Warning: file(documenti/http://www.renneslechateau.it/content/documenti/doc_processo15071910.php) [function.file]: failed to open stream: Invalid argument in D:\inetpub\webs\renneslechateauit\guida.php on line 78

Warning: array_slice() expects parameter 1 to be array, boolean given in D:\inetpub\webs\renneslechateauit\guida.php on line 79

Warning: implode() [function.implode]: Invalid arguments passed in D:\inetpub\webs\renneslechateauit\guida.php on line 80

GUIDA

AVANTI »

LE DUE CITAZIONI IN TRIBUNALE (1910)

Le denunce del suo comportamento presso il Vescovo continuano, e l'ennesima segnalazione dell'offerta di una messa da parte di Saunière costringe il vicario Rodière ad inviare una lamentela ufficiale il 12 maggio 1910:

Carcassonne, 12 maggio 1910
Signor curato,
ecco il testo della risposta che il Vescovo mi ha incaricato di far avere alla signora Gabrielle Camus, del sobborgo dei Viges a Mirecourt, che chiede se vi possiamo inoltrare gli onorari per le messe:
"Eviti di spedire onorari per le messe al signor curato Saunière, vecchio parroco di Rennes-le-Château, ora ritirato presso la stessa parrocchia, perché il Vescovo non ha nessuna fiducia nel modo in cui questo sacerdote compie le sue obbligazioni in questo aspetto."
Sua Grandezza [il Vescovo] osserva con dispiacere che non state mantenendo il vostro impegno formale, fatto a suo tempo, di non offrire le messe se non con la sua intercessione [...] (1)

Il 22 maggio Saunière risponde:

Non ho l'onore di conoscere la signora Gabrielle Camus, del sobborgo dei Viges a Mirecourt, e non ricordo di essermi mai messo in contatto con lei, tanto meno per onorari per le messe. (2)

La risposta non convince il Vescovo, che decide di convocarlo di fronte al tribunale ecclesiastico; il 27 maggio 1910 il promotore delle cause ecclesiastiche Pennavayre segnala il caso al giudice Cantegril:

Carcassonne, 27 maggio 1910
Il sottoscritto S. Pennavayre, promotore delle cause della Diocesi di Carcasonne, considerando che Monsignor il Vescovo aveva a più riprese ordinato al signor curato Bérenger Sauniére di non richiedere onorari per le messe fuori dalla diocesi, considerando che il signor Saunière aveva promesso di attenersi scrupolosamente al divieto vescovile, considerando che il signor Saunière ha continuato malgrado tutto ad agire contrariamente rispetto agli ordini ricevuti e alle promesse fatte, ha l'onore di pregare il signor Ufficiale di voler convocare il signor Bérenger Saunière di fronte al tribunale ecclesiastico.
S. Pennavayre, promotore (3).

Il giorno precedente Saunière aveva ordinato presso la casa Monna di Tolosa un busto a grandezza naturale (4): il 21 giugno 1910 il sacerdote dovrà recarsi presso lo stabilimento per effettuare una serie di ritocchi dal vivo. Il costo complessivo del busto in marmo bianco sarà di 1600 franchi (5). Non si sa se questo busto sia mai stato completato; secondo alcune voci riportate dai coniugi Captier, Marie Dénarnaud avrebbe nascosto una statua a grandezza naturale di Saunière nel doppio fondo di un muro. Si trattava di questo busto? Claire Corbu ed Antoine Captier precisano di non averlo comunque mai ritrovato.

L'ipotesi più verosimile a proposito di questo busto l'ha avanzata Christian Doumergue, secondo cui la realizzazione della scultura sarebbe da leggersi nell'ottica dell'antico progetto di Saunière di fare di Villa Bethania una casa di riposo per sacerdoti; il busto, collocato nel salone principale, sarebbe stato un ricordo imperituro dell'autore di quell'opera di carità - e non è raro trovare ancora oggi, nelle case di riposo, busti o bassorilievi a memoria di chi le ha fatte realizzare.

Il 7 luglio 1910 Gustave Cantegril convoca Saunière (6) per la data del 16 luglio 1910; entro il 12 luglio il sacerdote dovrà anche fare il nome dell'avvocato di cui intenderà servirsi. E' interessante notare che la violazione del divieto di richiedere onorari per le messe fuori dalla diocesi passa in secondo piano:

Da un certo numero di anni, Saunière ha venduto un numero considerevole di messe che non ha potuto celebrare. Visto le spese esagerate sostenute da Saunière che lasciano intendere che si sia arricchito tramite onorari di messe non celebrate, noi lo citiamo a comparire davanti al Tribunale dell'Officialità in data sabato 16 luglio alle 9 del mattino [...] (7)

Fino al giorno della vigilia Saunière non si fa vivo; il 15 luglio 1910 invia dunque questa comunicazione:

Il 16 luglio 1910 il tribunale si riunisce e, constatata l'assenza dell'imputato, stila una lettera in cui la convocazione viene rinnovata per il 23 luglio 1910 (8):

Noi, Vicario Generale, giudice ecclesiastico della diocesi di Carcassonne, vista in data 7 luglio 1910 la citazione canonica con cui il signor curato Bérenger Saunière, ex-curato di Rennes-le-Château, era intimato a comparire davanti al tribunale vescovile presso il vescovado il 16 luglio 1910 alle 9 del mattino. Premesso che, nel giorno e nell'ora indicati, il signor curato Bérenger Saunière non si è presentato davanti al tribunale, citiamo di nuovo, con le presenti, il signor curato Bérenger Saunière a comparire davanti al Tribunale Vescovile presso il vescovado il sabato 23 luglio 1910 alle 9 del mattino e dichiariamo la presente citazione perentoria con conseguenza la contumacia in caso di mancata comparizione. Il signor Saunière avrà la cortesia di farci conoscere, prima del 20 luglio, il nome dell'avvocato che avrà scelto per la sua difesa, affinché il tribunale esamini se può legittimarlo. (9)

Il 17 luglio il sacerdote spedisce tre lettere ad altrettanti amici che sui suoi quaderni registra con la nota "Quale avvocato scegliere": si tratta di don Gazel di Floure, don Gachen di St.Jean e don Rouanet di Bagès. E' quest'ultimo a suggerirgli il 20 luglio in una lettera i nomi di don Molinier, decano di Azille e dell'avvocato Mis di Limoux (10). Immediatamente il Saunière scrive al vescovo una lettera in cui dichiara di voler nominare un avvocato; non avendo chiaro se costui debba essere un avvocato appartenente al clero o un laico, il sacerdote fa i nomi che gli ha suggerito don Barthèlèmy Rouanet, aggiungendo:

Monsignore vorrà farmi sapere se queste due persone saranno accettate da Sua Grandezza e mi accorderà nello stesso tempo un prolungamento dei tempi che mi sarà necessario per organizzare la difesa. (11)

Nell'indirizzare al vescovo questa lettera Saunière compie un errore che gli sarà fatale; l'organo cui inoltrare la richiesta di autorizzazione dell'avvocato sarebbe stato, infatti, il tribunale. Per una sfortunata evenienza in quei giorni il Vescovo si trova a Vesoul, lontano da Carcassonne, e la lettera - insieme ad una seconda spedita due giorni dopo - non viene inoltrata in tempo al tribunale. In quello stesso 22 luglio Saunière spedisce due lettere, una a don Molinier, l'altra all'avvocato Mis (che il 24 luglio accetterà l'incarico (12)), per chiedere il loro aiuto durante il processo (13); i tempi, però, sono troppo stretti e Saunière è costretto a disertare il tribunale nella data stabilita.

1.La lettera è registrata in Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 12 maggio 1910 con queste parole: "R[icevuta dal] Vescovo di Carcassonne un'altra lettera a proposito delle messe" e riprodotta in Gérard Tappa, Claude Boumendil, Claire Corbu, Antoine Captier, L'Incroyable destin de l'abbé Saunière, Le Procès 1909-1910, Belisane, 1994, pp.49-50

2.Gérard Tappa, Claude Boumendil, Claire Corbu, Antoine Captier, L'Incroyable destin de l'abbé Saunière, Le Procès 1909-1910, Belisane, 1994, p.50

3.Jacques Rivière, Le fabuleux trésor de Rennes-le-Château, Bélisane, 1983, p.187

4.Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 26 maggio 1910

5.Corbu/Captier 1985, p.222 trascritta in Christian Doumergue, Bérenger Saunière, prêtre libre à Rennes-le-Château, Nimes: C. Lacour Éditeur, 2000, p.227

6.La lettera è registrata in Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 8 luglio 1910 come "Citazione a comparire"

7.Jacques Rivière, Le fabuleux trésor de Rennes-le-Château, Bélisane, 1983, p.187-188

8.La lettera è registrata in Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 16 luglio 1910 come "Nuova citazione"

9.Jacques Rivière, Le fabuleux trésor de Rennes-le-Château, Bélisane, 1983, p.188-189

10.La lettera è registrata in Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 20 luglio 1910 con la nota "Scegliere Molinier o Mis"

11.La lettera è riprodotta in Claire Corbu, Antoine Captier, L'héritage de l'Abbé Saunière, Nice: Bélisane, 1995, p.227 e registrata in Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 20 luglio 1910

12.La lettera è riprodotta su Corbu/Captier, p.229 ed è registrata in Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 26 luglio 1910

13.Le tre lettere sono tutte riportate in Correspondance de Bérenger Saunière (1896-1915), 22 luglio 1910

 

INDICE DELLA GUIDA

1. Dal Neolitico all'Età del Ferro

2. Iberici, Volci Tectosagi o Rèdoni?

3. I Celti e il cromleck di Rennes-les-Bains

4. La conquista romana

5. L'enigma della tomba del Grand Romain

6. Il tempio romano di Alet-les-Bains

7. La testa del Salvatore

8. La nascita della Settimania

9. Le poche vestigia del villaggio visigoto

10. Ipotesi sulla Rhedæ visigota

11. La dinastia Merovingia

12. Vita di Dagoberto II

13. Ci fu un Sigeberto IV?

14. Dagli Arabi ai Franchi: nascita della contea del Razès

15. Fondazione della cappella di Santa Maria

16. Consacrazione della cappella di Santa Maria

17. L'attacco aragonese e la crociata contro gli Albigesi

18. La ricostruzione del castello e di una seconda chiesa

19. L'ampliamento della chiesa di Santa Maria e la nuova dedica

20. La peste e l'attacco aragonese

21. L'unione con i d'Hautpoul e le guerre di religione

22. La cripta dei Signori d'Hautpoul

23. Il testamento "da leggere"

24. La morte di Marie de Négre e la fuga di Antoine Bigou

25. I restauri più urgenti e le due ispezioni

26. La nascita di Saunière e la visita di De la Bouillerie

27. Il "Secondo Impero" e la visita di Monsignor Leuillieux

28. La nuova sacrestia (1881-1883)

29. L'ispezione del Vicario Generale

30. L'arrivo di Saunière a Rennes-le-Château (1885)

31. Le elezioni legislative e l'esilio a Narbonne (1885-1886)

32. Il dono della contessa di Chambord (1886)

33. La ripavimentazione (1887)

34. La sostituzione delle vetrate (1887)

35. Il nuovo altare e il bassorilievo della Maddalena (1887)

36. Il primo ritrovamento (1887)

37. La Dalle des Chevaliers e il secondo altare (1887)

38. Il gruzzolo sotto l'altare della Vergine (1887)

39. Gli ultimi lavori prima della visita vescovile (1887)

40. La visita di monsignor Billard (1889)

41. La vecchia zia e la famiglia Dénarnaud (1889)

42. Il servizio ad Antugnac (1890)

43. Lo stratagemma degli scavi (1891)

44. La Madonna di Lourdes (1891)

45. Il pellegrinaggio a Puivert (1891)

46. La scoperta del sepolcro (1891)

47. Il secret di Saunière e il secret di Cros

48. La morte di Boulanger e i primi lavori nel cimitero (1891)

49. Il nuovo pulpito (1891)

50. Il bassorilievo all'ingresso della chiesa (1891)

51. La grotta di Lourdes (1891-1892)

52. Gli screzi con Alexandrine Marre Dénarnaud (1892)

53. I viaggi e le lettere prefirmate (1892)

54. La vendita delle messe (1892)

55. Il confessionale e la leggenda di Ignace Paris (1893)

56. L'inizio del traffico di messe (1893-1894)

57. I lavori nel giardino (1894)

58. I lavori nel cimitero (1895)

59. L'incendio nel giorno della Festa Nazionale (1895)

60. La contabilità del gennaio 1896

61. I lavori nel presbiterio (1896)

62. Il contratto con Giscard di Toulouse (1896)

63. I lavori nella chiesa e sulla piazzetta (1897)

64. Le decorazioni della chiesa (1897)

65. Il bassorilievo "Venez tous à moi" (1897)

66. Il demone e l'acquasantiera (1897)

67. La Via Crucis (1897)

68. Il fonte battesimale (1897)

69. Le statue e il GRAAL (1897)

70. La visita del vescovo Billard (1897)

71. Il calvario (1897)

72. La stanzetta segreta (1897)

73. Gli ultimi acquisti (1897-1898)

74. Un resoconto delle spese (1885-1898)

75. I conflitti con la famiglia (1897)

76. I viaggi a Lione e i presunti interessi per la fotografia (1897)

77. Il Personnat rifiutato (1899)

78. La concessione perpetua nel cimitero (1900)

79. Il grande progetto di Saunière

80. I lavori di costruzione (1899-1906)

81. La Tour Magdala

82. Villa Bethania

83. Il gruppo di lavoro

84. Un resoconto delle spese

85. I richiami di monsignor Billard (1901)

86. L'andamento economico

87. I richiami di monsignor Beuvain de Beauséjour (1903-1904)

88. La morte di Alfred Saunière (1905)

89. La legge di separazione tra Stato e Chiesa (1905)

90. La prima visita della S.E.S.A. (1905)

91. La lettera di Mathilde (1906)

92. Il primo testamento (1906)

93. Altri lavori di decorazione (1906-1908)

94. La seconda visita della S.E.S.A. (1908)

95. Il trasferimento a Coustouge e le dimissioni (1909)

96. La prima convocazione dal Vescovo (1909)

97. La nomina di don Marty e la violazione del divieto (1909)

98. Le due citazioni in tribunale (1910)

99. La condanna in contumacia e l'annullamento (1910)

100. Il questionario (1910)

101. Il memoriale (1910)

102. Il testo di difesa (1910)

103. La condanna (1910)

104. I tentativi di ricorso (1910-1911)

105. Il resoconto contabile (1911)

106. L'analisi della Commissione Saglio (1911)

107. La richiesta di chiarimenti (1911)

108. La relazione della Commissione Saglio (1911)

109. La sentenza definitiva (1911)

110. L'ultimo testamento (1912)

111. Richieste di prestito e spese varie (1913)

112. Lo strano chiosco (1914)

113. La Prima Guerra Mondiale (1915)

114. La morte di Saunière (1917)

Questa guida rappresenta la più vasta ricostruzione storico-documentaria ad oggi realizzata sull'enigma di Bérenger Saunière.

E' oggi considerata il punto di riferimento più serio e approfondito sulla storia di Rennes-le-Château.

© 2018 Mariano Tomatis Antoniono