Forum di discussione del Gruppo di Studio e Documentazione

Oggi è 24 luglio 2019, 2:31 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo
 Tre curati straricchi 
Autore Messaggio

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
Eh, no! Come scrivevo la cronologia è questa:

1895 Lamentele dei compaesani di Saunière per i suoi lavori nel cimitero

"Rennes-le-Château, lì 14 marzo 1895
Spett. Signor Prefetto.
Non siamo affatto contenti che si facciano lavori nel cimitero soprattutto nei modi in cui sono stati fatti finora; se ci sono croci, vengono tolte, pietre sulle tombe anche e al tempo stesso questo cosiddetto lavoro non consiste né in riparazioni né in nulla. Aggiungiamo la nostra firma, Faure Joseph, consigliere municipale, Clottes Isidore guardia privata come testimone per i signori Garouste, Tysseire, e Mis che non sanno firmare."

1905 Elie Tisseyre visita Rennes-le-Chateau e racconta...

"Una visita al cimitero ci fa scoprire in un angolo una larga lastra di pietra, spezzata nel mezzo, sulla quale si può leggere un'iscrizione incisa molto grossolanamente. Questa lastra misura 1,30 m. per 0,65 m."
Immagine
(Elie Tisseyre, "Une excursion à Rennes-le-Château", Bulletin de la Société d'Etudes Scientifique de l'Aude, Vol.17 (1906) in versione integrale qui: http://www.renneslechateau.it/rennes-le-chateau.php?sezione=documenti&id=doc_sesa_1906)

1974 Renè Descadeillas scrive a proposito della lapide

“Giace abbandonata in un angolo del cimitero. La si è occultata mettendola al riparo dai danni che avrebbe ancora potuto subire. Ciò che è certo è che esiste tuttora. Ma non la si mostra, perchè si preferisce, e per questo si hanno numerose ragioni, di non lasciarla appunto senza protezioni alla curiosità dei fedeli di Rennes-le-Château”
(René Descadeillas, Mythologie du Trésor de Rennes, Carcassonne: Editions Collot, 1991, p.72.)

Il mito della lapide cancellata è recente. Risale agli anni Sessanta, ma non trova nessun riscontro nei documenti storici.

Un articolo completo su questo reperto è disponibile qui:
http://www.renneslechateau.it/rennes-le-chateau.php?sezione=indagini&id=abstract&l=it&article=6x293-303.txt

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


21 aprile 2007, 5:29 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 2 settembre 2005, 1:12 pm
Messaggi: 162
Località: Milano- Skype vr_46_
Messaggio 
Buongiorno.
Pubblico queste foto della Stele della Marchesa scattate negli anni 70 da due membri dell'International Team al quale io stesso appartengo.
Queste facenti parte di una collezione di fotografie riguardanti RLC, chiesa, chemin de croix ( prima di essere ridipinte ), dintorni, luoghi di particolare interesse, tombe , ecc .
Come si puo' notare, alcuna scritta è leggibile.
Saluti
Cap
p.s. Scusate la pesantezza delle immagini che non ho voluto ridimensionare per non rovinarne la nitidezza.

Immagine

Immagine

_________________
Immagine
http://www.renneslechateauteam.org


7 giugno 2007, 10:07 am
Profilo WWW

Iscritto il: 13 luglio 2004, 11:24 am
Messaggi: 1081
Località: milano
Messaggio 
the captain ha scritto:

Come si puo' notare, alcuna scritta è leggibile.

e questo darebbe ragione a quanto riportato:
Mariano Tomatis ha scritto:
Ma non la si mostra, perchè si preferisce, e per questo si hanno numerose ragioni, di non lasciarla appunto senza protezioni alla curiosità dei fedeli di Rennes-le-Château”

la lapide sembrerebbe girata con la scritta sotto... chi l'ha rimossa sa se dall'altra parte c'era scritto qualcosa!
mi sembra di capire, comunque, che suscitava una qualche curiosità nei 'fedeli di RLC'...
perché? evidentemente qualcosa di strano c'era, no?

ci puoi dire Capt, se il luogo dove si trovava era l'ossario che si trova di fronte all'ingresso del cimitero?

qui hanno l'abitudine di accatastare le lapidi rimosse negli angoli più remoti. questa foto ritrae la lapide di Sauniere (con l'immagine di Alfred :? ) messa nell'angolino quando venne spostata la tomba. Ache lei è girata e sembra non riportare alcuna scritta...
di fianco un' altra anonima (?) con un enigmatico cubo sopra! (serpent rouge???)
Immagine

un altra lapide cubo è di fronte alla tour magdala...
Immagine

_________________
"Smetto quando voglio"


7 giugno 2007, 11:08 am
Profilo WWW

Iscritto il: 13 luglio 2004, 11:24 am
Messaggi: 1081
Località: milano
Messaggio 
comunque le due foto Capt, non sembrano ritrarre
gli stessi pezzi di lapide...
....

_________________
"Smetto quando voglio"


7 giugno 2007, 11:12 am
Profilo WWW

Iscritto il: 2 settembre 2005, 1:12 pm
Messaggi: 162
Località: Milano- Skype vr_46_
Messaggio 
Buongiorno mammaoca,
Le foto sono state fatte a distanza di 5 anni una dall'altra.
I miei due amici, la prima cosa che hanno fatto è stata di guardare la lapide dai 2 lati.
Se ci fossero state delle scritte, non si sarebbero lasciati certo scappare l'occasione di fotografarle.

Per quanto riguarda l'esatta posizione, non ho mai chiesto esattamente quale fosse, anche perchè non credo fosse nella sua posizione originale.

Alla stessa collezione anni 70 appartengono anche le foto delle "Rovine del Casteillas " et del tombeau des Pontils, così come quelle del chemin de croix fotografato sia con pellicola normale che con infrarosso.

Un'altra testimonianza che posso dare riguardante les pierres gravées, è che con assoluta certezza la pierre de Coumesourde NON HA nessuna scritta sul retro.
( Le scritte CEIL BEIL sono solo fantasie )
Naturalmente, non ho foto originali della "pietra", mi devo quindi basare sulle testimonianze oculari di persone che per la loro serieta' e per le documentazioni prodotte ( seppur in privato e confidenziali) si sono sempre dimostrate affidabili.

Se non ci saranno contrattempi o veti vari ( che per ora pare non debbano esserci ) credo che potro' produrre immagini de LVLC originale.
Potremo quindi confrontare le versioni moderne con quella originale .

Il possessore dell'opera potrebbe pero' avere in mente di venderne copie su CD, quindi non so se potro' pubblicare l'opera completa, ma vedremo.

Saluti
Cap

_________________
Immagine
http://www.renneslechateauteam.org


7 giugno 2007, 12:03 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 13 luglio 2004, 11:24 am
Messaggi: 1081
Località: milano
Messaggio 
the captain ha scritto:
Buongiorno mammaoca,

Se ci fossero state delle scritte, non si sarebbero lasciati certo scappare l'occasione di fotografarle.

credo anch'io.....


puoi spiegarmi a quali numeri corrispondono i pezzi della seconda foto???
Immagine
1- 2 -3 -4 (non si vedono bene ma non ho il tempo di modificare la foto....)

_________________
"Smetto quando voglio"


7 giugno 2007, 12:22 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 13 ottobre 2005, 12:11 am
Messaggi: 601
Località: Annexia
Messaggio 
Noto la stessa cosa.
I frammenti della prima lapide non mi pare trovino riscontro nei frammenti fotografati nello scatto successivo...mi son perso qualcosa?
Qualche frammentazione ulteriore nel frattempo?

Siamo sicuri non siano due lapidi differenti?
No, perchè il dubbio mi viene ad un'occhiata veloce...

_________________
| I smashed myself to pieces, I don't know what else to do |


7 giugno 2007, 12:38 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 2 settembre 2005, 1:12 pm
Messaggi: 162
Località: Milano- Skype vr_46_
Messaggio 
Buongiorno,
dato che le foto sono state scattate a distanza di anni una dall'altra, esse documentano semplicemente quale è stata l'evoluzione dei vari pezzi.
Nel secondo caso è chiaro che ci sono pezzi mancanti, ma non è chiaro se quelli rimasti sono frammenti o pezzi "interi " corrispondenti alla prima foto.

Quello che volevo far notare è che la stele era se pur in pezzi ancora completa nel 1970.
Non lo era piu' nel 1975.
Che anche a quell'epoca non era di nessuna utilita' "pratica" in quanto senza scritte.
Che tutto era abbandonato alla mercè di tutti.
E che in fondo, non c'è nessuna prova certa di quello che ci fosse scritto in origine.

Per quanto riguarda invece la Pietra di Coumesourde, da informazioni attendibili ( per non dire certe ) le sue ultime tracce si collocavano nello studio o nell'abitazione di un avvocato parigino.

Ora, capisco che dire informazioni attendibili, è una frase che lascia il tempo che trova, ma purtroppo questo è il pantano in cui ci muoviamo.

Ci sono, e sottolineo questo ci sono, persone che sono in possesso di documenti ed oggetti mai apparsi su Internet e che mai appariranno;
purtroppo qualunque cosa venga vista o mostrata è sempre e comunque confidenziale e MAI viene dato il permesso o la possibilita' materiale di pubblicare nulla di cio' che si è visto.
Questo è il metodo che consente di smentire tutto e dire il contrario di tutto.
( questo vale anche per i FALSI )


Sono arrivato alla conclusione che è meglio tacere quando non si puo' provare materialmente una cosa.
A RLC , ma soprattutto nei dintorni, ci sono cose di grande importanza, ma queste si trovano quasi sempre in luoghi privati.
E' quindi materialmente impossibile varcare queste porte.

Posso solo aggiungere che le ricerche sul terreno si differenziano sensibilmente dalle ricerche di biblioteca, e sono basate sì, su conoscenze storiche, ma anche sulle testimonianze e confidenze degli abitanti del luogo, oltre che ad una approfondita conoscenza del terreno.
Vero è che molte piste si sono rivelate false o incomplete, e che altre ancora se ne aggiungeranno a queste, ma se non aggiungiamo alle conoscenze documentali una continua ricerca di verifica sul terreno ed un pattugliamento continuo
(cosa che puo' essere fatta solo da un gruppo e non da singoli ), resteremo sempre e solo a parlare .

Una delle difficolta' piu' grandi è data dal disinteresse e dalla superstizione dei locali, che sono per lo piu' contadini, i quali hanno un solo interesse che è la terra e nessun interesse, anzi repulsione per l'archeologia.
Per questi motivi, cose affiorate in superficie casualmente o durante i lavori dei campi vengono sistematicamente richiuse, per evitare che il governo o gli archeologi possano bloccare in qualche modo le colture.

Un saluto a tutti
Cap

_________________
Immagine
http://www.renneslechateauteam.org


7 giugno 2007, 2:31 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 13 luglio 2004, 11:24 am
Messaggi: 1081
Località: milano
Messaggio 
Premessa: non credo che Tisseyre abbia riportato quella scritta della lapide della marchesa -
comunque, Tisseyre ma soprattutto Descadeillas parlano di una lapide con alcune scritte che suscitano (o possono suscitare) la curiosita degli abitanti.
delle due una:
O mentono o si tratta di un'altra lapide.

Secondo me negli ingarbugliati anni '60 /'70 (ma anche ora va là, vogliamo parlare di nuovo della traslazione di Saunière??? :? ) non solo potevano venire prodotte false prove sulle iscrizioni delle lapidi per accrescere il mistero, ma, (perché no?) anche false lapidi su cui non c'era scritto niente per allontanare i cercatori

sai benissimo che i cercatori della zona, lo zoccolo duro - diciamo così (e comprende ex-legionari compari dell'attuale sindaco) in questi anni si sono prodigati nel produrre prove e indizi con cui depistarsi reciprocamente;
si è venuta così a creare un'ulteriore serie di falsi indizi prodotti dalle due parti che vanno ad aggiungersi al già incasinato caso Rennes...

_________________
"Smetto quando voglio"


8 giugno 2007, 11:21 am
Profilo WWW

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
the captain ha scritto:
Buongiorno.
Pubblico queste foto della Stele della Marchesa scattate negli anni 70 da due membri dell'International Team al quale io stesso appartengo.


Foto belle, grazie.

Ma chi ce lo dice che si tratta della Stele della Marchesa? A quanto ne so, l'unico ad averlo affermato è Plantard su un suo testo degli anni Ottanta. Senza un'iscrizione, come facciamo a dire che si tratta della Stele della Marie?

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


11 giugno 2007, 7:01 am
Profilo WWW

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
mammaoca ha scritto:
Premessa: non credo che Tisseyre abbia riportato quella scritta della lapide della marchesa


In che senso? Il testo con la stele è su un bollettino archeologico depositato nel 1906. Non c'è modo di aggiungerla dopo. Laurent Buchholtzer ha visto presso la sede della SESA il vecchio articolo con la stele.

Se poi mi dici che la stele non corrisponde al testo di Tisseyre (che parla di stele spezzata, incisa molto grossolanamente e di 130 cm. per 65 cm.) allora sono d'accordo con te.

P.S. Gran parte della mattinata del Colloque di Limoux è stata dedicata alla stele, su cui si è ancora molto divisi. Tra gli altri, a discutere c'erano Philippe Marlin, Morgan Roussel e Patrick Mensior.

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


11 giugno 2007, 7:04 am
Profilo WWW

Iscritto il: 2 settembre 2005, 1:12 pm
Messaggi: 162
Località: Milano- Skype vr_46_
Messaggio 
Caro Mariano,
riguardo alla foto, non posso certo certificare che siano assolutamente foto della vera stele.... come potrei ?

Posso solo dire che era li nel 1970, che le sue dimensioni e forma corrispondono, e che i due amici che l'hanno fotografata all'epoca sono persone serie ed affidabili i quali vantano una collezione invidiabile di documenti d'epoca e di immagini fotografiche degli anni 70.

Saluti
Cap

_________________
Immagine
http://www.renneslechateauteam.org


14 giugno 2007, 12:39 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 23 giugno 2004, 12:00 pm
Messaggi: 897
Località: Monaco, Germany
Messaggio 
Scusate se mi intrometto, ma io foto molto simili a queste le ho già viste. Devo cercare tra le mie scartoffie per individuare esattamente dove.

Però mi risultava che questa lastra delle foto non fosse la stele, bensì la lapide della marchesa, e cioè la cosiddetta REDDIS REGIS CELLIS ARCIS.
Se le cose stessero così, la scritta della stele (e cioè quella riportata da Tisseyre) non c'entrerebbe per niente.

Su questa lastra della foto appariva originariamente l'altra scritta, quella REDDIS REGIS vista da Cros nel cimitero e poi scomparsa. Infatti Cros aveva litigato con Saunìere proprio perché il parroco diceva di aver usato la lastra presa dalla tomba della marchesa per la costruzione del suo ossario.
E quello che noi vediamo nella foto, è proprio l'ossario del cimitero di RLC.

BB & baci
Clio

_________________
...e il tempio del Graal aveva la forma splendente di un ottagono...


14 giugno 2007, 1:42 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 13 luglio 2004, 11:24 am
Messaggi: 1081
Località: milano
Messaggio 
P.S. anch'io come Clio quelle foto le ho già viste, per questo chiedevo a Capt se anche a lui risltava che fosse l'ossario
del cimitero di Rennes.... :roll:

_________________
"Smetto quando voglio"


Ultima modifica di mammaoca su 22 giugno 2008, 6:55 pm, modificato 1 volte in totale.

14 giugno 2007, 5:02 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 13 luglio 2004, 11:24 am
Messaggi: 1081
Località: milano
Messaggio 
Nella foto n. 1 la lapide poggia sul basamento dell'ossario.
Nel 1970
il dislivello tra il piano e il gradino di uscita sembra essere di pochi centimetri...
nella foto n. 2 del 1975 la lapide, o meglio i due pezzi rimasti, sembrano poggiati su un'altra lapide.
ma il dislivello tra il piano e il gradino d'uscita sembra ancora più profondo....
Immagine

Immagine

_________________
"Smetto quando voglio"


14 giugno 2007, 7:15 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 2 agosto 2004, 12:07 pm
Messaggi: 382
Messaggio 
Ma i due pezzi della seconda foto non combaciano con i pezzi della prima.... :shock:
O almeno il triangolo piccolo potrebbe corrispondere, ma il triangolo grande? Da quale pezzo della prima foto potrebbe essere ricavato viste le dimensioni?

_________________
Impariamo alfabeti e non sappiamo leggere gli alberi.


14 giugno 2007, 7:37 pm
Profilo

Iscritto il: 2 settembre 2005, 1:12 pm
Messaggi: 162
Località: Milano- Skype vr_46_
Messaggio 
Buongiorno Clio,
quella che vedi nella foto è la stele (che ha questa caratteristica forma)
era posta logicamente in verticale e portava la scritta ( o avrebbe dovuto portare la scritta) ci git noble marie...ecc.ecc.

Per quanto riguarda la lapide che avrebbe avuto la scritta REDDIS REGIS.......ecc.
era posta logicamente in orizzontale ed era di forma rettangolare.

Non è quindi possibile confonderle....

Per quanto riguarda quello che Octonovo avrebbe visto, posso dire che un'altro chercheur altrettanto conosciuto e stimato, avrebbe visto un documento che dice l'esatto contrario
( cioè che quella stele non portava asssolutamente scritte del genere "ci git noble marie...." ecc. ecc. )

Ora, anche se premetto che credo alla buona fede di queste persone, qualcuno deve sbagliarsi di certo....


Buongiorno Atchoum,
ho già spiegato che le foto hanno una distanza di circa 5 anni una dall'altra, posso aggiungere solo che è abbastanza normale pensare che in questo lasso di tempo, persone che hanno l'abitudine di portarsi a casa dei ricordini possano avere spezzato ulteriormente i pezzi.

Buongiorno mammaoca,
la tua è un'ottima osservazione.
In effetti il dislivello è differente, e il fatto che i resti della stele sembrano appoggiati a quello che sembra una lapide, testimonia che qualche intervento è stato fatto.
da parte di chi ? e per quale motivo ?
Non saprei rispondere a queste domande....

Le foto degli anni '70, non hanno la pretesa di affermare delle verita' assolute, ma solo la testimonianza di cambiamenti dal '70 ad oggi.

**********************************************************

Troppi falsi o documenti dubbi, mi hanno spinto a fidarmi solo di quello che vedo sul terreno, che non ha nulla a che spartire con Plantard&C.,
e falsificatori dell'ultima ora.
Fortunatamente i Celti vengono piu' di 2000 anni prima di Saunière ed i Visigoti circa 1500 anni prima del nostro curato.
E' questo l'argomento principale delle mie ricerche a RLC, che si colloca circa tra il 250 A.C e il 760 circa dopo Cristo.

Per quanto riguarda Saunière è fortemente possibile che quanto da lui trovato (piu' "magot" che "tresor") sia in relazione con le mie ricerche e le mie conoscenze.

Alcune falesie, laddove il tempo non è stato inclemente, narrano la storia dei tempi, e raccontano la storia dell'uomo .
Tra l'uomo antidiluviano e quello post diluviano, la grande eredita' è la lingua.
Una lingua erudita dove il suono è pieno di significato e testimonia l'eredita' di una civilta' avanzata.

Una lingua erudita non si inventa in 2 giorni, ma è frutto di una evoluzione di almeno 2000 anni; questo è il tempo impiegato dai Greci civilta' piu' avanzata dell'epoca.
Se analizziamo la lingua oggi da noi parlata ed il significato dei termini, vediamo che la loro origine è greca o latina...
questo significa che NOI, in 2000 anni non abbiamo inventato NULLA.

Secondo Boudet, questo vale anche per la lingua anglossassone, che altro non sarebbe che una modernizzazione della lingua celtica.

Civilta' scomparse, costruzioni grandiose, conoscenze perdute...
Quale civilta' puo' avere trasmesso all'uomo postdiluviano una lingua erudita ? e quale è stata la sua culla ?

Ci hanno insegnato a scuola dell'uomo primitivo, poi con un grande salto nel buio di millenni, ci parlano deglli Ittiti, dei Sumeri, degli Egizi, della Mesopotamia....
cosa ci sia stato nel mezzo non è dato sapere...

Cosa c'è in mezzo tra l'uomo selvaggio e l'uomo erudito ? e cosa ha a che vedere questo con RLC ?
Il problema sta nella immobilita' di chi avrebbe ( si spera ) la capacita', le conoscenze e l'autorita' per datare certi manufatti in certi sotterranei.

Ora, purtroppo, gli autodidatti, pur avendo buona volonta' e grandi capacita', non hanno l'autorita' o le competenze scientifiche per datare certi ritrovamenti a 9000 anni fa, e quindi, tutto continua con il solito tran tran....
il tempietto di questo.....
le rovine di quello.....
il sotterraneo di quell'altro.....
la tomba di quegli altri tre......

ufficialmente...... nulla.....

ma.... tra false tombe, e false o vere lapidi .....
almeno le tombe dei Signori di Rennes...... in quale misterioso posto potrebbero essere ?
non mi sembra che le ipotesi possano essere piu' di .....una

Scusate la lunghezza e il numero d'argomenti trattati nel medesimo post

Saluti
Cap

_________________
Immagine
http://www.renneslechateauteam.org


Ultima modifica di the captain su 15 giugno 2007, 12:20 pm, modificato 1 volte in totale.

15 giugno 2007, 9:55 am
Profilo WWW

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
the captain ha scritto:
Per quanto riguarda quello che Octonovo avrebbe visto, posso dire che un'altro chercheur altrettanto conosciuto e stimato, avrebbe visto un documento che dice l'esatto contrario
( cioè che quella stele non portava asssolutamente scritte del genere "ci git noble marie...." ecc. ecc. )


Mi sono spiegato molto male.
Octonovo non ha visto le scritte sulla lapide. Octonovo è stato agli archivi della SESA dove ha visto l'articolo originale apparso nel 1906 e riprodotto sul numero 6 di Indagini su Rennes-le-Chateau (Elie Tisseyre tradotto da Roberto Gramolini, L’escursione del 25 giugno 1905 a Rennes-le-Château pp.306-309).
L'articolo originale è anche scannerizzato e pubblicato sul tuo sito da Liovrai:
http://www.renneslechateauteam.org/modules.php?name=Rr70m&page=liovrai4

Il problema è che Tisseyre vede UNA lapide nel 1905, parla delle sue dimensioni ma poi - a metà dell'articolo - pubblica l'immagine di un'altra lapide le cui proporzioni sono diverse, il testo è scritto molto bene (mentre nel testo parla di un testo scritto grossolanamente) e soprattutto la lapide è intera (mentre nel testo parla di una lapide rotta in mezzo).
Le due lapidi sono la stessa? Dov'è finita la lapide CI GIT?
Importante: Tisseyre NON parla mai della lapide REDIS REGGIS... ma disegna soltanto la lapide CI GIT.
Ne abbbiamo parlato moltissimo sabato scorso a Limoux. Secondo qualcuno, la lapide CI GIT è finita nel giardino di un certo dott.Marty a Carcassonne. Ma nessuno l'ha mai ritrovata. Certamente non è quella nell'ossario, che per un certo periodo è stata messa nel museo (io l'ho fotografata lì, e non c'era alcuna iscrizione).

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


15 giugno 2007, 11:22 am
Profilo WWW

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
Vedere anche qui:
http://www.renneslechateau.it/rennes-le-chateau.php?sezione=guida&cap=87

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


15 giugno 2007, 12:49 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 13 luglio 2004, 11:24 am
Messaggi: 1081
Località: milano
Messaggio 


intanto grazie e scusate.

[ fermo restando i dubbi sul 'grossolanamente' (a meno che non intendesse con questo termine le imprecisioni egli errori
ortografici) e sulle dimensioni, nonché relativa crepa della lapide ]

Leggendo la traduzionedi atchum sul n°6 di IRLC non avevo capito che l'immagine faceva effettivamente parte di quanto stampato
'nero su bianco' ( :wink: ) sull'edizione della sesa nel 1906.... pensavo fosse un'aggiunta al testo postuma o che facesse parte
di una raccolta di scritti su fogli volanti.

ora che ho 'toccato con l'occhio' mi sono tolta un dubbio...
della serie san Tommaso mi fa un baffo. :?

_________________
"Smetto quando voglio"


15 giugno 2007, 4:01 pm
Profilo WWW
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 69 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4  Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.160s | 13 Queries | GZIP : Off ]