Forum di discussione del Gruppo di Studio e Documentazione

Oggi è 26 agosto 2019, 1:25 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 
 Alfred Saunière 
Autore Messaggio

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio Alfred Saunière
Sto cercando di ricostruire le vicende di Alfred. Le notizie sulla sua vita sono poche e frammentate. Il primo a ricostruirne la biografia traendo le sue informazioni dagli Archivi Diocesani fu René Descadeillas, che lo descrisse come “predicatore stimato, dotato di eloquenza; predicò in molte missioni un po’ dappertutto e in particolare presso le comunità religiose. Le sue attività non sorpassarono mai i confini della regione. Malato, si ritirò a Montazels nel 1904, dove morì prematuramente il 9 settembre 1905” . Lo storico tace a proposito di una serie di scandali che, secondo voci difficilmente verificabili, coinvolsero il sacerdote.
Gli vennero attribuite, infatti, due relazioni amorose rispettivamente con la marchesa de Bozas e con l’appena ventenne Marie Emilienne Salières, da cui avrebbe avuto un figlio, e si parlò anche di una sospensione a divinis.
Ho trovato citate sia le relazioni, sia la sospensione in Bedu ma ancor prima in Robin. Descadeillas non ne fa cenno.
Robin tra l'altro aggiunge la voce della cacciata da casa De Chefdebien.
Donde giungono tutte queste notizie?
Qualcosa si recupera dalla lettera di Martial a Bérenger, ma veramente poco... Qualcuno conosce le fonti documentali sui cosiddetti Scandali Alfrediani?

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


6 marzo 2005, 12:08 am
Profilo WWW

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
La relazione con la marchesa de Bozas non è verificabile (manca qualsiasi prova).
La relazione con la "femme" Marie Emilienne Salières è provata dalla lettera di Martial, nonchè da numerose lettere in possesso dei Corbu/Captier. Fu proprio la Salières che spedì a Berenger le carte del fratello (fra cui le foto e la cartina di Parigi).

Per quanto riguarda la cacciata dai De Chefdebien, non è stato provato nulla che leghi Alfred ai documenti rubati (mentre è provata una sparizione di documenti dagli archivi *). Iannaccone ha trovato indizi, coincidenze (?), ma non delle prove, o almeno credo... :roll:


* La voce della sparizione dei documenti è, infatti, di Robin. De Sede citava Robin quando scriveva della "sparizione" (G. De Sede, Rennes-le-Chateau, 1988, pag. 218).
Puntualmente i redattori dei Cahiers di RLC si domandavano "Dove sono le prove ?" e "Le date ?" (Les Cahiers de Rennes le Château Volume 2, Cahier n° 8, pag. 39).

Robin e De Sede si basavano troppo su (non ben precisate) "voci"...

Boumedil e Tappa scrivevano:

ET c'est ainsi que de "personne très informée" en "personne très informée" on arrive à batir une histoire de "personnes très informées"...

:roll:

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


6 marzo 2005, 8:15 am
Profilo

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
alfred ha scritto:
La relazione con la "femme" Marie Emilienne Salières è provata dalla lettera di Martial, nonchè da numerose lettere in possesso dei Corbu/Captier. Fu proprio la Salières che spedì a Berenger le carte del fratello (fra cui le foto e la cartina di Parigi).


Ma Martial parla genericamente di una femme. Come facciamo a sapere che era M.E.S.?

E dove hai trovato la notizia della spedizione a Berenger delle carte da parte della "nostra" signora?

Grazie!

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


6 marzo 2005, 10:34 am
Profilo WWW

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
Se Alfred ha avuto un figlio dalla Salières, molto probabilmente doveva conoscerla prima del settembre 1905 (infatti, prima della morte di Alfred, Emilie risiederà nella casa di Montazels per ben 2 anni). Questa femme doveva essere molto importante per lui, e Martial viene messo alla porta.

La Salières scrive a Sauniere di stare tranquillo in quanto gli spedirà i sermos e le paperasses di Alfred. Marie Denarnaud e Emilienne (Emilie) Salières erano molto amiche.

Le lettere inedite della Salières e dell'avvocato di Sauniere sono riportate nel libro di C. Doumergue "Bérenger Sauniere, prêtre libre à Rennes le Château" Editions Lacour, 2000.

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


6 marzo 2005, 10:54 am
Profilo

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
Grazie Alfred. Dal momento che non ho il libro di Doumergue, c'è qualche cosa che dimostrerebbe l'esistenza di un figlio?
Oltre all'intervista al sindaco di Montazels, non ho trovato molto sugli "scandali" di Alfred...

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


6 marzo 2005, 11:07 am
Profilo WWW

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
Sì, Emilie aveva avuto un figlio da Alfred. La prova è una lettera in cui chiede a Marie di pregare per lei e per suo figlio, Andrè *. In altre lettere la povera Emilie si dispera per il bambino, considerato un “bastardo”… Andrè trascorrerà le vacanze da Marie Denarnaud durante il periodo fra le due Guerre.

Per quanto riguarda gli “eccessi” di Alfred, direi che le prove sono nelle diverse lettere di Martial (… volevo ad ogni costo impedire a mio fratello di cadere - nelle tentazioni della femme) e di Berenger (… il sacerdote morto “troppo presto” ...).
Direi che le colpe del fratello siano legate alla "sola" relazione con Emilie (e, soprattutto, per il figlio).

Nessuna prova per il resto...


* C. Doumergue, pag. 168 e segg.

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


6 marzo 2005, 12:22 pm
Profilo

Iscritto il: 29 settembre 2004, 5:58 pm
Messaggi: 687
Messaggio 
Già, ma allora perché allusioni e montature si sono tutte concentrate proprio sui fratelli Saunière?

Insomma assodato che i Saunière non sono esoteristi, che la chiesa non contiene nulla di evidente in tal senso, né la vita di Brenger, perché questa costruzione si è concentrata proprio su di loro, il loro vescovo, la gente che li frequentava?

Ovviamente la storia si fa con i documenti, ma quando tutto converge...bisognerebbe a questo punto rovistare negli archivi.


6 marzo 2005, 1:44 pm
Profilo

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
...in particolare non mi risulta che esista qualcosa che dimostri né la sospensione a divinis, né la cacciata da casa Chefdebien.

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


6 marzo 2005, 8:59 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 29 settembre 2004, 5:58 pm
Messaggi: 687
Messaggio 
La sospensione a divinis dovebbe essere automatica non appena il vescovo venga a conoscenza della paternità di un prete o simili mancanze.

Per quanto riguarda la cacciata da casa Chefdebien è vero, niente la dimostra.


7 marzo 2005, 1:04 pm
Profilo

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
Infatti gran parte degli autori francesi parla di Sospensione a Divinis, ma senza prove (sinceramente non so quando sia nato il figlio, mentre Emilie stava nella casa di Montazels da due anni).

Per quanto riguarda la cacciata dai Chefdebien, niente dimostra una sparizione di documenti (provata) attribuibile ad Alfred... è vero, ci sono legami (molto tirati) fra Alfred e certi ambienti di anti-massonici, tuttavia non abbiamo nè date nè le solite prove.


PS: probabilmente esisteva un dossier Alfred negli archivi del Vescovo. Berenger si lamenterà spesso di essere stato accusato per le colpe del fratello, il curato morto troppo presto.

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


7 marzo 2005, 1:26 pm
Profilo

Iscritto il: 15 marzo 2005, 10:52 pm
Messaggi: 258
Località: Cassino(FR)
Messaggio Re: Alfred Saunière
Io avevo letto che Alfred(o Alfredo) Saunière fosse precettore della famiglia Chefdebien e che sia stato licenziato per essersi impossessato di parte degli archivi famigliari.
(De Sède, Rennes-le-Chateau, p.218, dalle informazioni fornite da Aynard de Bissy, un discendente della famiglia Chefdebien)

E che era l'amante dell'occultista marchesa di Bourg de Bozas, spesso presente a Villa Bethania, e che morì alcolizzato nel 1905, dopo essere stato scomunicato.
Inoltre dopo la sua morte, Alfred in una lettera al suo vescovo scrive facendo riferimento al fatto che la gente del luogo "si sarebbe aspettata che espiassi per gli errori di mio fratello, l'abate morto troppo presto".
(citato in Robin, Rennes-le-Chateau, p.62)

_________________
"Chi beve profondamente vedrà Dio. Chi lo beve in un solo sorso vedrà Dio e la Maddalena".


22 ottobre 2008, 2:02 am
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 11 messaggi ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.136s | 11 Queries | GZIP : Off ]