Forum di discussione del Gruppo di Studio e Documentazione

Oggi è 10 dicembre 2018, 9:52 pm




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 95 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
 Convegno RLC 
Autore Messaggio

Iscritto il: 6 aprile 2009, 5:42 pm
Messaggi: 186
Messaggio Re: Convegno RLC
Grazie Diego
e grazie Mariano se è possibile vedere on line la traduzione italiana di Roberto Gramolini


19 aprile 2009, 10:24 pm
Profilo

Iscritto il: 24 maggio 2005, 8:18 am
Messaggi: 698
Messaggio Re: Convegno RLC
Mariano Tomatis ha scritto:
All'epoca me l'aveva fornita Paul Smith. Poi l'ho trovata.
Indovina dove? Nel libro di Thomas Plantard de Saint Clair Le Cercle. Guardacaso...


Il figlio di Plantard? Ha le stesse pretese del padre in fatto di discendenze merovingie, trono di Francia, e così via?

"Le Cercle" è del 1992 (Le Cercle: Rennes-le-Château et le Prieuré de Sion, 1992, edited by Thomas Plantard de Saint-Clair) ma quella foto in questa pagina dicono sia stata pubblicata dalla rivista "Atlas" nel 1966:
http://www.rennes-le-chateau-archive.co ... hefort.htm
Immagine


Ultima modifica di Diego Cuoghi su 20 aprile 2009, 8:36 am, modificato 1 volte in totale.

19 aprile 2009, 11:37 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 24 maggio 2005, 8:18 am
Messaggi: 698
Messaggio Re: Convegno RLC
Alberto Schonwald ha scritto:
Mi sorge spontanea una domanda che rispettosamente le porgo: scusi, se lei ha la certezza che tutto quello che gira intorno a RLC sia una colossale bufala, perché perde tanto tempo prezioso? Mi viene qualche legittimo sospetto...


A questa domanda rispondo con le parole di Mariano, che condivido in pieno:
--------------------------------------------------
IL FASCINO DI UN FALSO

Spesso ci si chiede perché, se lo scenario ipotizzato da Holy Blood Holy Grail è ormai riconosciuto come pesantemente discutibile, si spenda così tanto tempo a studiarlo e a discuterne. Il grande Gioco di Rennes-le-Château, che in altra sede avevo paragonato al cubo di Rubik per la sua limitatezza spaziale e per la vasta gamma di combinazioni che i suoi elementi possono produrre, praticamente illimitata, consente non soltanto l’approccio di “primo livello”, che gode delle vicende così come vengono dogmaticamente riportate da mezzo secolo, ma anche un approccio di “secondo livello”, che analizza il modo in cui su uno strato storico molto ben definito si siano accumulate successive versioni della storia, grazie all’intervento di alcuni dei suoi protagonisti: da Corbu a De Sède, passando attraverso Plantard e pervenendo al trio inglese e, in qualche modo, anche a Dan Brown.

Lungi dall’essere meramente decostruttivo, l’approccio di secondo livello rivela salti logici, fallacie insidiose, l’uso di artifici retorici, l’inversione dell’onere della prova, il massiccio uso delle insinuazioni paranoiche tipiche del complottismo, quando non addirittura la compilazione di elementi inventati di sana pianta, che spesso - e paradossalmente - diventano la pietra angolare di studi poderosi.

Mentre il lettore di primo livello si chiede in che modo la Prefazione di Plantard possa contribuire a risolvere il mistero - e in questo filone si inseriscono quei lavori in cui si collegano tra loro centinaia di punti geografici sulle mappe del Razès a formare le dodici costellazioni cui l’esoterista francese fa riferimento - se invece la si studia con attenzione e con il desiderio di ritrovare in quelle pagine il Plantard più autentico, purificato dalle successive adulterazioni dei tre inglesi, si possono fare interessanti considerazioni...

http://www.renneslechateau.it/rennes-le ... &cap=C&l=I


20 aprile 2009, 12:19 am
Profilo WWW

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio Re: Convegno RLC
Appena riesco pubblico il resoconto di Ernest Cros (1862-1946). Attenzione: è attribuito a Cros, ma non può essere suo. Infatti Cros morì nel '46 e nel documento si parla di fatti accaduti nel 1959. E' quindi ovvia una successiva interpolazione.

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


20 aprile 2009, 6:24 am
Profilo WWW

Iscritto il: 24 maggio 2005, 8:18 am
Messaggi: 698
Messaggio Re: Convegno RLC
Mariano Tomatis ha scritto:
Appena riesco pubblico il resoconto di Ernest Cros (1862-1946). Attenzione: è attribuito a Cros, ma non può essere suo. Infatti Cros morì nel '46 e nel documento si parla di fatti accaduti nel 1959. E' quindi ovvia una successiva interpolazione.

Inoltre parla di Cros in terza persona e presenta pure una “Ipotesi diversa da quella
del signor Cros
”.


20 aprile 2009, 6:47 am
Profilo WWW

Iscritto il: 20 giugno 2008, 7:50 am
Messaggi: 441
Messaggio Re: Convegno RLC
Diego Cuoghi ha scritto:
Alberto Schonwald ha scritto:
Mi sorge spontanea una domanda che rispettosamente le porgo: scusi, se lei ha la certezza che tutto quello che gira intorno a RLC sia una colossale bufala, perché perde tanto tempo prezioso? Mi viene qualche legittimo sospetto...


A questa domanda rispondo con le parole di Mariano, che condivido in pieno:
--------------------------------------------------
IL FASCINO DI UN FALSO

Spesso ci si chiede perché, se lo scenario ipotizzato da Holy Blood Holy Grail è ormai riconosciuto come pesantemente discutibile, si spenda così tanto tempo a studiarlo e a discuterne. Il grande Gioco di Rennes-le-Château, che in altra sede avevo paragonato al cubo di Rubik per la sua limitatezza spaziale e per la vasta gamma di combinazioni che i suoi elementi possono produrre, praticamente illimitata, consente non soltanto l’approccio di “primo livello”, che gode delle vicende così come vengono dogmaticamente riportate da mezzo secolo, ma anche un approccio di “secondo livello”, che analizza il modo in cui su uno strato storico molto ben definito si siano accumulate successive versioni della storia, grazie all’intervento di alcuni dei suoi protagonisti: da Corbu a De Sède, passando attraverso Plantard e pervenendo al trio inglese e, in qualche modo, anche a Dan Brown.

Lungi dall’essere meramente decostruttivo, l’approccio di secondo livello rivela salti logici, fallacie insidiose, l’uso di artifici retorici, l’inversione dell’onere della prova, il massiccio uso delle insinuazioni paranoiche tipiche del complottismo, quando non addirittura la compilazione di elementi inventati di sana pianta, che spesso - e paradossalmente - diventano la pietra angolare di studi poderosi.

Mentre il lettore di primo livello si chiede in che modo la Prefazione di Plantard possa contribuire a risolvere il mistero - e in questo filone si inseriscono quei lavori in cui si collegano tra loro centinaia di punti geografici sulle mappe del Razès a formare le dodici costellazioni cui l’esoterista francese fa riferimento - se invece la si studia con attenzione e con il desiderio di ritrovare in quelle pagine il Plantard più autentico, purificato dalle successive adulterazioni dei tre inglesi, si possono fare interessanti considerazioni...

http://www.renneslechateau.it/rennes-le ... &cap=C&l=I

....aspettando con grande interesse il rapporto Cross,
mi associo.

Con postilla.

Questo gioco degli enigmi è una consuetudine accertata,
pensate solo al celebre " Enigma Bolognese " a cui Jung dedica ben 2 capitoli del suo
" Misterium Coniunctionis "
http://angolohermes.interfree.it/Approf ... aelia.html
...è incredibile la quantità di libri e studi che sono stati fatti in passato.
A ciò aggiungo una considerazione " pragmatica " : al fuocherello De Sede , ringraziamo l' opera di Baigent & C , che l' hanno trasformato in un incendio Europeo , facendo nascere , di fatto , la Renologia :D , e dando lo spunto per creare questo sito, che, ribadisco, è uno dei più belli di tutto il net, e quindi , proseguendo la prassi di un colpo al cerchio e uno alla botte , mi sento di proclamare :

Un triplo Hurrà per i Complotti e i tutti i Complottisti !!!

zio ot 8)


21 aprile 2009, 12:25 am
Profilo

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio Re: Convegno RLC
Ecco il Resoconto di Ernest Cros (1862-1946) tradotto da Roberto Gramolini Atchoum.

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


21 aprile 2009, 6:57 am
Profilo WWW

Iscritto il: 6 aprile 2009, 5:42 pm
Messaggi: 186
Messaggio Re: Convegno RLC
merci Mariano


21 aprile 2009, 12:00 pm
Profilo

Iscritto il: 15 giugno 2008, 3:47 pm
Messaggi: 208
Località: narzole (cuneo)
Messaggio Re: Convegno RLC
bellissimo e mooolto interessante !

terrei molto buono l'indizio della Valdieu..... :wink: :shock:

-La pietra tombale della signora di Blanchefort si trova nel presunto
ossario di Béranger SAUNIERES;-costui ha accuratamente cancellato l’iscrizione;
perché?-domanda del sig.CROS-:Reverendo, si ricorda le lettere
e i segni scolpiti sulla lapide?.-risposta: “Non mi ricordo nessuna
lettera né segno”;-domanda del sig.CROS:”perché ha levigato la
lapide in maniera così accurata da non lasciare alcuna traccia dell’iscrizione?”;-
risposta:”quella lapide era adatta al mio progetto di ossario
e non c’era alcuna ragione per mantenere quella iscrizione

:?: :shock: ....qui anche un bambino capirebbe che se il resoconto di cross e' buono sauniere sta mentendo o negando spudoratamente, dice chiaramente di non ricordare lettere ne' segni, quindi c'erano, e poi chi sta per cancellare qualcosa almeno il senso anche in modo molto ''largo'' delle scritte lo ricorda !

vostro onore : per me e' colpevole !

OZZY :D

_________________
nulla di male fare nulla temere...


21 aprile 2009, 1:08 pm
Profilo

Iscritto il: 20 giugno 2008, 7:50 am
Messaggi: 441
Messaggio Re: Convegno RLC
Bene, anche seguendo le indicazioni di questo ottimo 3d

viewtopic.php?f=7&t=716&start=0

vogliamo provare un' approfondimento sul rapporto Cros ?

Anzitutto , il rappoto Cros , in filologia, potrebbe sembrare una Prima Fonte , o, Testo Archetipo .

Quanto siamo sicuri di una sua autenticità ?

zio ot


21 aprile 2009, 2:49 pm
Profilo

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio Re: Convegno RLC
Siamo poco sicuri. Perché è attribuito a Cros ma evidentemente non è suo.
Perché non c'è conferma indipendente di un suo interesse per la lapide della marchesa.
E' uno dei punti più oscuri della vicenda Rennes-le-Chateau.
Ecco il motivo per cui utilizzare la lapide PS PRAECUM senza aver risolto questo enigma è come costruire una casa sperando che regga: l'evidenza non c'è ancora, e qualunque castello costruito su questa pietra angolare è molto precario.
Un fatto è certo: Plantard arricchì nel corso degli anni l'immagine di tale lapide. Non sappiamo se esista una vera lapide all'origine o se la prima lapide abbia consistenza "letteraria" e basta (come Lucia Mondella, esistita - sì - ma solo nelle pagine dei Promessi Sposi).

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


21 aprile 2009, 3:52 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 20 giugno 2008, 7:50 am
Messaggi: 441
Messaggio Re: Convegno RLC
Cit da M. Tomatis

1961 ca. Noel Corbu

Le famose "Recherches de Ernest Cros" (3 pagine) vengono battute sulla macchina da scrivere di Corbu (che l'albergatore ricevette in dono nel 1961). Sono un testo certamente tardo, perché nominano fatti accaduti alla fine del 1959.


zio ot

La mano malandrina di Corbu è sicuramente un brutto biglietto da visita , tuttavia , anche se esile come il capello di un angelo , il filo potrebbe reggere .
Non sempre l' effettiva presenza di un Testo Archetipo viene considerato un vettore risolutivo , ad es, di recente la Filologia Neotestamentaria , non ostante i Testimoni siano tutti indiretti ,ha avvalorato come " quasi certa " la lezione di Matteo XXVII , 17 " Gesù Barabba " , che apre scenari molto complessi.

Le successive elaborazioni di Plantard quindi potrebbero avere una base.
Tutta da valutare.


22 aprile 2009, 2:53 pm
Profilo

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio Re: Convegno RLC
Cita:
Le successive elaborazioni di Plantard quindi potrebbero avere una base.
Tutta da valutare.

Certamente, e l'uso del condizionale deve sempre contraddistinguere qualunque analisi. Anzi "dovrebbe" contraddistinguerla :D

La magia della tarda comparsa di ET IN ARCADIA EGO sulla lapide - in totale sintonia con la mitologia plantardiana - dà da pensare.

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


22 aprile 2009, 5:53 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 6 aprile 2009, 5:42 pm
Messaggi: 186
Messaggio Re: Convegno RLC
VERRA' SVELATO IL CODICE?

Centro Sociale Borgo
Via Saviotti, 1 - Faenza
Tel 0546 32558
email: csocialeborgo@racine.ra.it
www.racine.ra.it/centroborgofaenza
MERCOLEDI’
2 dicembre 2009
“IL SEGRETO DEI SEGRETI”
UN ANTICO CODICE CUSTODITO DAI TEMPLARI,
PRIORATO DI SION, LEONARDO E .......
Relatore: M. Alberto Schönwald


6 ottobre 2009, 12:53 pm
Profilo

Iscritto il: 20 giugno 2008, 7:50 am
Messaggi: 441
Messaggio Re: Convegno RLC
MAGNIFICO TOPIC

zio ot


23 maggio 2018, 6:54 pm
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 95 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.127s | 12 Queries | GZIP : Off ]