Forum di discussione del Gruppo di Studio e Documentazione

Oggi è 29 gennaio 2020, 3:57 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
 MARIO BAUDINO RECENSISCE HENRY LINCOLN 
Autore Messaggio

Iscritto il: 29 settembre 2004, 5:58 pm
Messaggi: 687
Messaggio MARIO BAUDINO RECENSISCE HENRY LINCOLN
Per chi se lo fosse perso, oggi ho trovato questo in rete:


“La Stampa” inserto Tuttolibri 11 febbraio 2006
Nel santuario pop del Sacro Graal
di Mario Baudino
In qualche modo è stata la beffa del secolo scorso, anche se tutti gli attori hanno agito con disarmante seserietà:ha prodotto documentari di grande successo, libri con tirature milionarie fino al bestseller mondiale di Dan Brown, ovviamente il "Codice da Vinci". E' la modernissima mitologia secondo cui un segreto percorre la storia del cristianesimo, occultato da sempre e trasmesso da una società di sapienti, il "Priorato di Sion", di cui avrebbero fatto parte i grandi della cultura mondiale, da Leonardo, appunto, al pittore Nicolas Poussin. Quel che il papato non potrà mai ammettere sono infatti le nozze di Gesù Cristo con Maria Maddalena, da cui sarebbe nata vispa progenie cresciuta nel dolce clima del Midi, e diventata dinastia regnante coi Merovingi, i predecessori di Carlo Magno. Detti anche,e magari con la leggenda un po' fa a pugni, i"re fannulloni". Tutto questo ben di Diosarebbe stato scoperto a Rennes-le-Château, delizioso paesino dell'Aude,
vicino a Carcassonne, dove un prete piuttosto discusso, Bérenger Saunière, avrebbe trovato nella vecchia chiesetta un tesoro e due pergamene cifrate, che dimostravano ogni cosa. A ribadirlo arriva ora in Italia "Luogo sacro", di Henry Lincoln,coautore con Richard Leigh e Michael Baigent del Sacro Graal, il fortunatissimo libro di fantastoria pubblicato in Inghilterra nel '79 che rese mondiale la leggenda di Rennes-le-Château e costituì la base su cui lavorò Dan Brown.E' poco più di uno scampolo, pubblicato per la prima volta nel '91, che aggiunge al best seller "trinitario" una lunga e noiosa cartografia "sacra" per dimostrare che il villaggio è al centro di ogni sorta di linee di forza; e una ricostruzione quasi diaristica del- la "scoperte" fatte a partire dal 1969, quando ormai romanzieri locali e esoteristi parigini, da Gerard de Sède a un certo Pierre Plantard,infaticabile organizzatore di società più o meno segrete, avevano preparato la rete da una decina d'anni. Plantard, fra l’altro, aveva uno scopo preciso: reclamare una sua presunta discendenza dai Merovingi che, non si mai, avrebbe anche potuto fruttare qualche spicciolo.Ciò basta a rendere Luogo sacro altamente raccomandabile, alme-no a chi si interessi dei meccanismi attraverso cui nascono miti pop e leggende metropolitane. Lincoln, nella ricostruzione della sua avventura, è persino disarmante: ammette candidamente che le pergamene da cui gli venne la rivelazione non erano affatto originali, e anzi glielo confessò Plantard stesso; che Gerard de Sède gli suggeriva in modo ben dosato gli scoop più importanti, e infine che le prove su cui si è basato sono, ahilui, tutte scomparse, ivi compresa una tomba già dipinta, secondo la nuova leggenda, in un celebre quadro di Poussin, quasi una profezia: e però una volta smantellata rivelò solo i resti di una coppia d'americani inumati non secoli,ma decenni prima.Lincoln glissa sui libri da cui ha appreso dettagli non secondari, anch'essi introvabili (perché come è noto si tratta di opuscoli "invecchiati" artificialmente e depositati a partire dagli Anni Settanta alla Biblioteca Nazionale di Parigi da Plantard e compagni). Ammette tutto, diremmo involontariamente, e ribadisce infine le sue tesi fantastiche. Nella chiesa di Saunière, cattivo gusto a parte, non c'è del resto nulla che non fosse permesso dalla gerarchia cattolica alla fine dell'Ottocento, come ha dimostrato Mario Arturo Iannaccone nel recente "Rennes-le-Château, una decifrazione. La genesi occulta del mito" (Sugarco ed.). Ma proprio questo complesso di motivi rende il libro, inutile negarlo,godibile e divertente, almeno nella prima parte. Assistiamo dall'interno, il che non è frequente, alla nascita - o meglio, alla confezione collettiva - di un mito contemporaneo, il cui risultato è senza dubbio di mettere a tutti una gran voglia di fare una gita a Rennes-les-Château, paesino delizioso, paesaggio molto bello,
[/i]


23 febbraio 2006, 10:01 am
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.089s | 8 Queries | GZIP : Off ]