Forum di discussione del Gruppo di Studio e Documentazione

Oggi è 12 novembre 2019, 9:29 am




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo
 B. Saunière 
Autore Messaggio

Iscritto il: 30 marzo 2005, 7:13 pm
Messaggi: 20
Messaggio B. Saunière
so che la mia domanda vi sembrerà stupida ma sono nuova e sto cercano di capirci qualche cosa :oops:
in tutti i libri che sto leggendo ho trovato che saunière una volta "scoperto" le pergamene si è recato a Parigi dove ha, tra gli altri, conosciuto la cantante Emma Calvè. ora la mia domanda è questa: esistono prove di questo incontro? Nella sua biografia Emma Calvè non ne parla ne dice di aver mai conosciuto il curato ne di essersi mai recata a R.L.C.
seconda domanda: si dice che Sauniere a Parigi abbia comprato le riproduzioni di tre quadri (i pastori d'arcadia,sant'antonio l'eremita ed un ritratto di celestinov) ci sono prove? che fine hanno fatto le riproduzioni?
terza domanda ho letto che alla scoperta delle pergamene accorse tuttoil villaggio sindaco compreso è vero? e se si come ha fatto a non far collegare la pergamene alla sua ricchezza? il sindaco di un paesino cosi povero non ha preteso la sua parte?

_________________
baci baci sul nasino da mistral


22 aprile 2005, 7:33 pm
Profilo

Iscritto il: 17 giugno 2004, 12:18 am
Messaggi: 3002
Località: Torino
Messaggio 
Ciao Mistral,
dunque: prove del viaggio di Saunière a Parigi negli anni tra il 1887 e il 1897 non ce ne sono. Se ci andò, forse ci andò molti anni dopo, tra il 1910 e il 1917: è l'opinione dei Corbu/Captier, che però non hanno neppure prove.
Ovviamente l'assenza di prove non dimostra che non ci sia stato, ma mentre è rimasta traccia di passaggi a Perpignan e Lione, di Parigi e Londra non ce ne sono.
L'acquisto delle riproduzioni dei tre quadri è un'altro probabile apocrifo. Non è da escludere che tra le carte del sacerdote ci fosse una cartolina di "Pastori d'Arcadia" del Poussin, ma le notizie di questo ritrovamento affondano le radici in un periodo nebuloso, quello di Noel Corbu, intorno al quale è difficile far chiarezza.
Le pergamene, dunque, non avrebbero fatto il viaggio Rennes-Parigi-Rennes, ma più probabilmente rimasero a Rennes. Quello che contenevano forse contribuì ai primi ritrovamenti del parroco sotto la chiesa. Compilate da Antoine Bigou che era scappato in Spagna lasciando nascosto un piccolo magot sotto l'altare? E' possibile...
Se la mettiamo così, io non escluderei il fatto che Saunière le abbia tenute nascoste al sindaco e ai parrocchiani. Le voci, però, si diffusero, e posso capire che i mitografi abbiano trovato terreno fertile per le loro invenzioni sull'humus di gossip che si creò...

_________________
Mariano Tomatis Antoniono


22 aprile 2005, 9:45 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 30 marzo 2005, 7:13 pm
Messaggi: 20
Messaggio 
ieri sera ho avuto una discussione molto interessante con il padre di un amico appassionato del graal templari e tutto il resto il quale sosteneva che l'unico mistero riguardante RLC e sauniere era la perpetua
infatti ,diceva, che questa era divenuta perpetua del "nostro amato parroco" all'età di 18 anni cosa impensabile in quanto la chiesa non ammetteva perpetue di meno di 50 anni e gli sembrava strano che nessuno fosse intervenuto sosteneva anche che c'era del tenero tra i due e che sauniere aveva una relazione anche con emma calve (dalla quale ebbe anche un figlio)da qui i suoi "misteriosi" viaggi
non ho mai sentito queste ipotesi, e voi?

_________________
baci baci sul nasino da mistral


27 aprile 2005, 6:50 pm
Profilo

Iscritto il: 26 giugno 2004, 10:48 am
Messaggi: 417
Località: Milano
Messaggio 
mistral ha scritto:
ieri sera ho avuto una discussione molto interessante con il padre di un amico appassionato del graal templari e tutto il resto il quale sosteneva che l'unico mistero riguardante RLC e sauniere era la perpetua
infatti ,diceva, che questa era divenuta perpetua del "nostro amato parroco" all'età di 18 anni cosa impensabile in quanto la chiesa non ammetteva perpetue di meno di 50 anni e gli sembrava strano che nessuno fosse intervenuto sosteneva anche che c'era del tenero tra i due e che sauniere aveva una relazione anche con emma calve (dalla quale ebbe anche un figlio)da qui i suoi "misteriosi" viaggi
non ho mai sentito queste ipotesi, e voi?



Qua e là in questo forum, ne avevamo già parlato...
Marie non era la perpetua, probabilmente la funzione di perpetua era svolta dalla madre di Marie, che viveva nella canonica assieme alla figlia e al padre.

Maa


28 aprile 2005, 8:41 am
Profilo

Iscritto il: 29 settembre 2004, 5:58 pm
Messaggi: 687
Messaggio 
Si, quella della perpetua diciottenne è una vecchia storia pruriginosa. Sono storielle che piacciono molto a noi maschietti. Il vecchio parroco che alza le sottane alla perpetua dalle rosee carni.

Però Marie viveva da brava bambina con la sua burbera famiglia e la perpetua era la mamma quarantenne o più.

La storia però piace molto a Corrado Augias che la continua a ripetere nella sua trasmissione di mezzogiorno, lo sporcaccione.

Qualche giorno fa l'ha ripetuta ad un allibito Valerio Massimo Manfredi, anche se non c'entrava nulla.

E poi dicono che non esiste la Fratellanza del Serpente...


La storia del figlio segreto di Emma Clavé è nuova. Se il papà del tuo amico vuole favorire qualche particolare la si può anche discutere.

In questi giorni sto parlando con un amico che si è occupato a fondo di RLC, e che è molto razionalista su tutta la vicenda. Su una cosa però è possibilista: i figli segreti. Non si sa mai, infatti. Non si può escludere. Ma a livello puramente ipotetico.


28 aprile 2005, 10:39 am
Profilo

Iscritto il: 26 giugno 2004, 10:48 am
Messaggi: 417
Località: Milano
Messaggio 
Bud Spencer ha scritto:
Si, quella della perpetua diciottenne è una vecchia storia pruriginosa. Sono storielle che piacciono molto a noi maschietti. Il vecchio parroco che alza le sottane alla perpetua dalle rosee carni.

Però Marie viveva da brava bambina con la sua burbera famiglia e la perpetua era la mamma quarantenne o più.

La storia però piace molto a Corrado Augias che la continua a ripetere nella sua trasmissione di mezzogiorno, lo sporcaccione.

Qualche giorno fa l'ha ripetuta ad un allibito Valerio Massimo Manfredi, anche se non c'entrava nulla.

E poi dicono che non esiste la Fratellanza del Serpente...


La storia del figlio segreto di Emma Clavé è nuova. Se il papà del tuo amico vuole favorire qualche particolare la si può anche discutere.

In questi giorni sto parlando con un amico che si è occupato a fondo di RLC, e che è molto razionalista su tutta la vicenda. Su una cosa però è possibilista: i figli segreti. Non si sa mai, infatti. Non si può escludere. Ma a livello puramente ipotetico.


Specie le figlie... 8)

Mauro


28 aprile 2005, 11:27 am
Profilo

Iscritto il: 30 marzo 2005, 7:13 pm
Messaggi: 20
Messaggio 
[La storia del figlio segreto di Emma Clavé è nuova. Se il papà del tuo amico vuole favorire qualche particolare la si può anche discutere.

appena torna in città gli chiedo da dove sbuca fuori questa convinzione e di dirmi le fonti che dice di avere (dovrei quindi riportare il tutto tra 4/5 giorni) ma credo che indagando a fondo sulla vita di emma calvè qualche cosa dovrebbe venir fuori specie tenendo conto del fatto che come ho già detto anche nella sua biografia non dice di essersi mai recata a RLC o di aver conosciuto s. ma omettere non vuol necessariamente dire negare (chi tace a volte dice molto di più) :wink:

_________________
baci baci sul nasino da mistral


28 aprile 2005, 7:16 pm
Profilo

Iscritto il: 23 giugno 2004, 12:00 pm
Messaggi: 897
Località: Monaco, Germany
Messaggio 
Ciao Mistral,

sono d'accordo. Tra l'altro di relazioni amorose Emma deve averne avute parecchie e sicuramente non tutte sono riportate nella sua biografia. E perché poi avrebbe dovuto farlo? E perché avrebbe dovuto rendere di dominio pubblico la sua liason con un piccolo, sconosciuto prete di campagna?
Detto tra noi: nemmeno io, se dovessi scrivere un'autobiografia, parlerei di tutte le mie storie. :wink:

BB & baci
Clio

_________________
...e il tempio del Graal aveva la forma splendente di un ottagono...


28 aprile 2005, 8:03 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 29 settembre 2004, 5:58 pm
Messaggi: 687
Messaggio 
Però con questo metodo che si basa sull'assenza totale di prove, io posso anche affermare che (nell'ordine):

1) Saunière era l'amante omosex di Napoleone III, che lo riceveva a Palazzo in assoluta segretezza. I due non uscivano mai nei giardini ma si tenevano per loro l'ampio bagno, in marmo rosa, del secondo piano.
2) Saunière era l'amante appassionato della nipote di Madama Pompadour che passava le sue estati a Rennes-les-Bains per problemi di vescica. Curati i problemi di vescica la signora amava dedicarsi ai piaceri della carne.
3) Saunière si esibiva due volte l'anno "en travesti" al Moulin Rouge assieme al famoso travestito Didi Rougemoure.

Chi può negare, assolutamente negare, che una di queste ipotesi sia falsa, impedendomi di costruire quello che manca?

:D


29 aprile 2005, 5:39 am
Profilo

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
:lol:

Secondo me, la Calvet a RlC resta un mito. Comunque, direi che il vostro ragionamento non fa una piega.


C’è sempre quella lettera, datata 18/5/1887, di una spasimante segreta di un certo… Monsieur l’abbé. (Corbu/Captier, “L’héritage…”, pagg. 64/66). Questo abbé potrebbe essere Bérenger (ordinato sacerdote nel 1879) o anche Alfred (ordinato sacerdote un anno prima del fratello). Alcune carte di Alfred vennero spedite a Bérenger dalla sua amante (amica della Denarnaud); quindi l’abbé non ha ancora un’identità certa.

Chi era la spasimante? Non si sa. La spasimante e l'abbé si "conobbero e si innamorarono"? Non si sa, anche se ne dubito fortemente (visto il tono della lettera).

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


29 aprile 2005, 6:07 am
Profilo

Iscritto il: 26 giugno 2004, 10:48 am
Messaggi: 417
Località: Milano
Messaggio 
alfred ha scritto:
:lol:

Secondo me, la Calvet a RlC resta un mito. Comunque, direi che il vostro ragionamento non fa una piega.


C’è sempre quella lettera, datata 18/5/1887, di una spasimante segreta di un certo… Monsieur l’abbé. (Corbu/Captier, “L’héritage…”, pagg. 64/66). Questo abbé potrebbe essere Bérenger (ordinato sacerdote nel 1879) o anche Alfred (ordinato sacerdote un anno prima del fratello). Alcune carte di Alfred vennero spedite a Bérenger dalla sua amante (amica della Denarnaud); quindi l’abbé non ha ancora un’identità certa.

Chi era la spasimante? Non si sa. La spasimante e l'abbé si "conobbero e si innamorarono"? Non si sa, anche se ne dubito fortemente (visto il tono della lettera).


E se questa spasimante non fosse la salsina ma fosse una donna normale??
:?

Maa


29 aprile 2005, 8:04 am
Profilo

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
Escludo a priori che fosse la Salières (nel 1887 era troppo giovane per scrivere una lettera così).
Unico indizio certo: la misteriosa spasimante era di Narbonne (o abitava a Narbonne nel 1887)... :(

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


29 aprile 2005, 8:44 am
Profilo

Iscritto il: 30 marzo 2005, 7:13 pm
Messaggi: 20
Messaggio 
Bud Spencer ha scritto:
Però con questo metodo che si basa sull'assenza totale di prove, io posso anche affermare che (nell'ordine):

1) Saunière era l'amante omosex di Napoleone III, che lo riceveva a Palazzo in assoluta segretezza. I due non uscivano mai nei giardini ma si tenevano per loro l'ampio bagno, in marmo rosa, del secondo piano.
2) Saunière era l'amante appassionato della nipote di Madama Pompadour che passava le sue estati a Rennes-les-Bains per problemi di vescica. Curati i problemi di vescica la signora amava dedicarsi ai piaceri della carne.
3) Saunière si esibiva due volte l'anno "en travesti" al Moulin Rouge assieme al famoso travestito Didi Rougemoure.

Chi può negare, assolutamente negare, che una di queste ipotesi sia falsa, impedendomi di costruire quello che manca?

:D

già è facile fare affermazioni sensionalistiche senza prove ma non indagare a fondo prima di cestinarle completamente mi sembra altrettanto scorretto :wink:

_________________
baci baci sul nasino da mistral


29 aprile 2005, 6:41 pm
Profilo

Iscritto il: 30 marzo 2005, 12:29 pm
Messaggi: 729
Località: Bari
Messaggio 
alfred ha scritto:
:lol:

Secondo me, la Calvet a RlC resta un mito. Comunque, direi che il vostro ragionamento non fa una piega.
....
Chi era la spasimante? Non si sa. La spasimante e l'abbé si "conobbero e si innamorarono"? Non si sa, anche se ne dubito fortemente (visto il tono della lettera).


Non sempre le passioni si esprimono esplicitamente,e nelle missive e nei toni delle stesse.
E proprio perchè la liasòn doveva rimaner segreta è ben possibile che tentassero di astenersi dal mettere manifesti!
Sul "si conobbero e si innamorarono" farei meno ironia...queste cose succedevano,succedono e sempre succederanno.
Mai sentito parlare di colpo di fulmine?
Non sarebbe certo il primo fra un tonacato ed un'artista.....ovviamente,nel caso specifico,dovremmo andare a spulciare le nascite nella zona,le adozioni,gli abbandoni...

Meditate gente,meditate...

_________________
Non sono niente.
Non sarò mai niente.
Non posso voler esser niente.
A parte questo ho in me tutti i sogni del mondo.


29 aprile 2005, 6:49 pm
Profilo WWW

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
Emma Calvet era originaria delle Corbières (cittadina di Decazeville *, nell‘Aveyron), ma questa non può essere un indizio sufficiente.
La Calvet non era estranea agli ambienti occultistici del tempo e, forse, era a conoscenza delle storie legate ai Templari.

L’unico legame con Saunière è una vignetta di cioccolato collezionata dal curato (Corbu&Captier, pag. 64).
Per quanto riguarda la lettera, nel 1887 la Calvé era in… Italia.


* Decazeville è piuttosto lontano da RlC. (280 km)

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


30 aprile 2005, 6:46 am
Profilo

Iscritto il: 30 marzo 2005, 12:29 pm
Messaggi: 729
Località: Bari
Messaggio 
E credi che la lontananza possa impedire ad un uomo e ad una donna di fare occasionalmente un figlio?

Le vie esoterico-passionali sono infinite...

Non fermiamoci alle prime deduzioni razionali....

_________________
Non sono niente.
Non sarò mai niente.
Non posso voler esser niente.
A parte questo ho in me tutti i sogni del mondo.


30 aprile 2005, 7:54 am
Profilo WWW

Iscritto il: 29 settembre 2004, 5:58 pm
Messaggi: 687
Messaggio 
Cita:
3) Saunière si esibiva due volte l'anno "en travesti" al Moulin Rouge assieme al famoso travestito Didi Rougemoure.
Chi può negare, assolutamente negare, che una di queste ipotesi sia falsa, impedendomi di costruire quello che manca?



Ha commentato Mistral:

già è facile fare affermazioni sensionalistiche senza prove ma non indagare a fondo prima di cestinarle completamente mi sembra altrettanto scorretto

E tu credi davvero che l'affermazione della liason Saunière-Calvé sia meno sensazionalistica di quella di un Saunière che conosceva il famoso travestito Didi Rougemore o uno dei suoi amici di Pigalle? Siamo esattamente sullo stesso piano. Abbiamo le stesse prove, cioé nulla, niente, zero. Ci stanno provando da 50 a trovare prove e non trovano nulla, e sai perché? Perché è un'invenzione. Lasciami tempo e ti dimostrerò (con gli stessi argomenti della Calvé) che Saunière e un celebre travestito ballerino si conoscevano.


30 aprile 2005, 8:23 am
Profilo

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
Xena ha scritto:
E credi che la lontananza possa impedire ad un uomo e ad una donna di fare occasionalmente un figlio?


Certo che no! Riflettevo sulla possibilità di un incontro casuale fra i due.
Io non credo al viaggio a Parigi; quindi l'unico posto in cui i due si potrebbero essere conosciuti (non ci sono prove) è la Languedoc.

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


30 aprile 2005, 9:34 am
Profilo

Iscritto il: 30 marzo 2005, 12:29 pm
Messaggi: 729
Località: Bari
Messaggio 
certo che è terribilmente eccitante come cosa...
Emma e SonnyBoy si incontrano segretamente e parlano per ore di simboli,magia e passioni...magari all'ombra di antiche mura,sotto la luce della luna...e lì generano l'alchimia propria che uomo e donna possono creare...
:wink: dite che è così improbabile?

_________________
Non sono niente.
Non sarò mai niente.
Non posso voler esser niente.
A parte questo ho in me tutti i sogni del mondo.


30 aprile 2005, 9:44 am
Profilo WWW

Iscritto il: 21 giugno 2004, 5:52 pm
Messaggi: 1304
Messaggio 
E' probabile che la Calvet abbia acquistato quel famoso castello (nel 1893) per qualche strano motivo.
Saunière c'è mai stato? E' stato lui a finanziare la Calvet, allora in difficoltà finanziarie? Nessuna prova. Nel 1893 Saunière non poteva avere i mezzi per acquistare un... castello.

_________________
«Ehi, di’ un po’: c'è forse un tesoro nella casa accanto?».
«Come!?… Ma se non c’è nessuna casa!».
«Bene; e allora?… Costruiamola!».
Marx (i fratelli).


30 aprile 2005, 10:18 am
Profilo
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 46 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3  Prossimo


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB © phpBB Group.
Designed by Vjacheslav Trushkin for Free Forums/DivisionCore.
Traduzione Italiana phpBB.it
[ Time : 0.150s | 12 Queries | GZIP : Off ]