RIVISTA

NUMERO 1 • giugno 2006

Mariano Tomatis Antoniono

Editoriale

Una rivista di studi dedicati a Rennes-le-Château

Mariano Tomatis Antoniono

Guida alla lettura di Indagini su Rennes-le-Château

Un’agile mappa per orientarsi tra articoli, rubriche e sommari

Roger Crouquet

Visita a una città morta

Rennes-le-Château già capitale della contea del Razès, oggi borgo abbandonato

Alessandro Lorenzoni

I templari fantasma

La presenza dell'Ordine nel Razès e le ricerche intraprese da don Mazières

I documenti a disposizione dei ricercatori non consentono di affermare una presenza dei Cavalieri Templari in nessuno dei luoghi correntemente associati al Tempio: non esistono tracce di insediamenti a Rennes-le-Château, Rennes-les-Bains, sulla montagna del Blanchefort o sul Bezu. I lavori di don Mazières a questo proposito sono carenti e ricchi di imprecisioni ed affermazioni non documentate, e comprendono ipotesi sull’esistenza di tesori nel Razès custoditi dai Templari. In alcuni casi tale presenza è frutto di errori linguistici, come nel caso delle rovine Tipliès sul Bezu, termine erroneamente considerato la distorsione di Templiers. In altri casi è facilmente evidenziabile, nella creazione di queste leggende, l’intervento diretto di Pierre Plantard, che le ha utilizzate per la sua mitologia del Priorato di Sion.

Adrian Lodge

Geometria ed intento artistico nelle opere pittoriche

B. Ettinger ha ipotizzato l’esistenza di un’struttura, chiamata Stella del Graal, alla base di due dipinti di N. Poussin e D. Teniers e all’interno di una mappa della Mahone Bay; non ci sono però evidenze che questa struttura abbia fatto da guida per i due pittori nella scelta degli elementi chiave delle scene rappresentate, né che esistano dei punti geografici precisi ben sovrapposti all’ipotesi di Ettinger. Con una precisa definizione di allineamento, intersezione, dettaglio chiave e buon accordo vengono confrontate, con un test statistico, altre strutture pentagonali che si ipotizzano essere alla base del dipinto Les Bergers d’Arcadie. Una struttura proposta da Greg Rigby mostra uno scostamento significativo in termini di punti notevoli da un struttura casuale, fornendo un’ipotesi più solida relativa alla struttura alla base del dipinto di Poussin.

Mariano Tomatis Antoniono

Gli errori della Commissione Saglio

Analisi sugli appunti pubblicati da Jacques Rivière

Alla richiesta di produrre una documentazione relativa alle spese compiute dal suo arrivo a Rennes-le-Château, Bérenger Saunière preparò un dossier costituito da 61 fatture che nel corso del 1911 vennero esaminate dalla Commissione nominata dal Vescovo e coordinata da Jean Saglio. L’eterogeneità del materiale inviato si tradusse in una grande difficoltà da parte della Commissione Saglio a catalogare correttamente le spese veramente effettuate, ad escludere dalla somma le semplici lettere di sollecito di una somma (mescolate in mezzo a fatture vere e proprie) e a volte a considerare entrambi i lati del foglio su cui erano scritte. La Commissione concluse che soltanto il 23,4% delle somme erano state spese per i beni ecclesiastici; il conto corretto fornisce una percentuale corretta del 32% .

Mariano Tomatis Antoniono

Rennes-le-Château nei fumetti

Qualche contributo per una bibliografia ragionata

Domenico Migliaccio

L'écriture D.M.

L'écriture D.M.

Lucia Zemiti

Les Contes de Mammaoca - I

Marie Christine Lignon

Enquetes sur Rennes-le-Château 1

 

Questa rivista si ispira alle parole di Louis Pauwels e Jacques Bergier: "È per difetto di fantasia che letterati e artisti cercano il fantastico fuori della realtà, delle nuvole. Non ne ricavano che un sottoprodotto. Il fantastico, come le altre materie preziose, deve essere estratto dalle viscere della terra, dal reale. E la fantasia autentica è ben altra cosa che una fuga verso l'irreale".

© 2018 Mariano Tomatis Antoniono