GUIDA

AVANTI »

IL CONFESSIONALE E LA LEGGENDA DI IGNACE PARIS (1893)

Grazie alle crescenti entrate dovute alla vendita delle messe, Saunière può proseguire i lavori nella chiesa e nel presbiterio, anche se non ad un ritmo tale da farci concludere che il "tesoro" rinvenuto sotto la chiesa fosse molto sostanzioso: nel corso del 1893 Saunière si limita ad ordinare della carta da parati per i locali del presbiterio da Casteix di Limoux per una spesa di 70,70 franchi e un confessionale in legno di quercia scolpito.

Il confessionale

La fabbriceria finanzia una parte della spesa, coprendo una cifra di 284,15 franchi: la fattura Fatt. 8  di 700 franchi viene inviata dal costruttore Mathieu Mestre di Limoux il 17 dicembre (1).

La fattura di Mestre

Sulla lunetta di legno che sovrasta il confessionale compare un bassorilievo che simboleggia il sacramento celebrato al suo interno: un pastore inginocchiato di fronte ad una pecora ricorda le parole di Gesù: "Chi di voi se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va dietro a quella perduta, finché non la ritrova? Ritrovatala, se la mette in spalla tutto contento, va a casa, chiama gli amici e i vicini dicendo: 'Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora che era perduta'. Così, vi dico, ci sarà più gioia in cielo per un peccatore convertito, che per novantanove giusti che non hanno bisogno di conversione" (2).

Particolare del confessionale

Secondo Pierre Jarnac , il bassorilievo rappresenterebbe una leggenda locale che ha per protagonista un pastore di Rennes-le-Château chiamato Ignace Paris. In un giorno imprecisato del 1645, mentre stava riconducendo il gregge a valle, Ignace si accorge di aver perso una pecora. Torna dunque sui suoi passi, verso la zona in cui aveva pascolato, e qui sente un belato provenire dal sottosuolo. Avvicinandosi al suono, si accorge che l'animale è caduto in fondo ad un buco; si cala dunque nell'anfratto, ma al momento di afferrare la pecora, questa fugge spaventata in una stretta galleria scavata sottoterra. Il pastore si mette, dunque, ad inseguirla lungo gli anfratti bui con la schiena piegata per riuscire a passare. È grande la sua sorpresa quando, nella corsa, urta contro alcuni oggetti lì abbandonati: al tatto, si accorge che si tratta di monete. Emozionatissimo, Ignace se ne riempie le tasche e, cercando l'uscita, pensa al modo di ritornarvi per impadronirsi di tutto il tesoro. Pur cercando di tener nascosta la sua scoperta, in paese inizia a circolare la voce del ritrovamento. Giunta alle orecchie del signore di Rennes, Henri d'Hautpoul, Ignace viene convocato nel castello. I due soldati cui viene affidato il compito di arrestarlo non vanno per il sottile: con i loro modi bruschi provocano la morte dell'ormai vecchio pastore. Henri d'Hautpoul, infuriato con i due mandanti che hanno ucciso l'unico testimone oculare del ritrovamento, li condanna a morte entrambi.

L'ipotesi di Jarnac è, però, poco convincente: sul bassorilievo il pastore mostra visibilmente un'aureola, e non esistono resoconti della leggenda precedenti al XX secolo.

Posizione del confessionale

1.Pierre Jarnac, Histoire du Trésor de Rennes-le-Château, Nice: Bélisane, 1985, p.154

2.Vangelo di Luca 15, 4-7. C'è chi, con notevole fantasia, fa notare che nel nome del paese di Luc-sur-Aude sarebbe nascosto un riferimento al brano citato: la pronuncia di "Aude" è simile a quella di due lettere pronunciate in seguenza, "O" e "D". "Luc" farebbe riferimento al Vangelo di Luca, mentre le lettere "O" e "D" corrisponderebbero ai numeri relativi alla loro posizione nell'alfabeto: 15 e 4. "Luc-sur-Aude" andrebbe tradotto, dunque, "Sul Vangelo di Luca al capitolo 15, versetto 4".

 

INDICE DELLA GUIDA

1. Dal Neolitico all'Età del Ferro

2. Iberici, Volci Tectosagi o Rèdoni?

3. I Celti e il cromleck di Rennes-les-Bains

4. La conquista romana

5. L'enigma della tomba del Grand Romain

6. Il tempio romano di Alet-les-Bains

7. La testa del Salvatore

8. La nascita della Settimania

9. Le poche vestigia del villaggio visigoto

10. Ipotesi sulla Rhedæ visigota

11. La dinastia Merovingia

12. Vita di Dagoberto II

13. Ci fu un Sigeberto IV?

14. Dagli Arabi ai Franchi: nascita della contea del Razès

15. Fondazione della cappella di Santa Maria

16. Consacrazione della cappella di Santa Maria

17. L'attacco aragonese e la crociata contro gli Albigesi

18. La ricostruzione del castello e di una seconda chiesa

19. L'ampliamento della chiesa di Santa Maria e la nuova dedica

20. La peste e l'attacco aragonese

21. L'unione con i d'Hautpoul e le guerre di religione

22. La cripta dei Signori d'Hautpoul

23. Il testamento "da leggere"

24. La morte di Marie de Négre e la fuga di Antoine Bigou

25. I restauri più urgenti e le due ispezioni

26. La nascita di Saunière e la visita di De la Bouillerie

27. Il "Secondo Impero" e la visita di Monsignor Leuillieux

28. La nuova sacrestia (1881-1883)

29. L'ispezione del Vicario Generale

30. L'arrivo di Saunière a Rennes-le-Château (1885)

31. Le elezioni legislative e l'esilio a Narbonne (1885-1886)

32. Il dono della contessa di Chambord (1886)

33. La ripavimentazione (1887)

34. La sostituzione delle vetrate (1887)

35. Il nuovo altare e il bassorilievo della Maddalena (1887)

36. Il primo ritrovamento (1887)

37. La Dalle des Chevaliers e il secondo altare (1887)

38. Il gruzzolo sotto l'altare della Vergine (1887)

39. Gli ultimi lavori prima della visita vescovile (1887)

40. La visita di monsignor Billard (1889)

41. La vecchia zia e la famiglia Dénarnaud (1889)

42. Il servizio ad Antugnac (1890)

43. Lo stratagemma degli scavi (1891)

44. La Madonna di Lourdes (1891)

45. Il pellegrinaggio a Puivert (1891)

46. La scoperta del sepolcro (1891)

47. Il secret di Saunière e il secret di Cros

48. La morte di Boulanger e i primi lavori nel cimitero (1891)

49. Il nuovo pulpito (1891)

50. Il bassorilievo all'ingresso della chiesa (1891)

51. La grotta di Lourdes (1891-1892)

52. Gli screzi con Alexandrine Marre Dénarnaud (1892)

53. I viaggi e le lettere prefirmate (1892)

54. La vendita delle messe (1892)

55. Il confessionale e la leggenda di Ignace Paris (1893)

56. L'inizio del traffico di messe (1893-1894)

57. I lavori nel giardino (1894)

58. I lavori nel cimitero (1895)

59. L'incendio nel giorno della Festa Nazionale (1895)

60. La contabilità del gennaio 1896

61. I lavori nel presbiterio (1896)

62. Il contratto con Giscard di Toulouse (1896)

63. I lavori nella chiesa e sulla piazzetta (1897)

64. Le decorazioni della chiesa (1897)

65. Il bassorilievo "Venez tous à moi" (1897)

66. Il demone e l'acquasantiera (1897)

67. La Via Crucis (1897)

68. Il fonte battesimale (1897)

69. Le statue e il GRAAL (1897)

70. La visita del vescovo Billard (1897)

71. Il calvario (1897)

72. La stanzetta segreta (1897)

73. Gli ultimi acquisti (1897-1898)

74. Un resoconto delle spese (1885-1898)

75. I conflitti con la famiglia (1897)

76. I viaggi a Lione e i presunti interessi per la fotografia (1897)

77. Il Personnat rifiutato (1899)

78. La concessione perpetua nel cimitero (1900)

79. Il grande progetto di Saunière

80. I lavori di costruzione (1899-1906)

81. La Tour Magdala

82. Villa Bethania

83. Il gruppo di lavoro

84. Un resoconto delle spese

85. I richiami di monsignor Billard (1901)

86. L'andamento economico

87. I richiami di monsignor Beuvain de Beauséjour (1903-1904)

88. La morte di Alfred Saunière (1905)

89. La legge di separazione tra Stato e Chiesa (1905)

90. La prima visita della S.E.S.A. (1905)

91. La lettera di Mathilde (1906)

92. Il primo testamento (1906)

93. Altri lavori di decorazione (1906-1908)

94. La seconda visita della S.E.S.A. (1908)

95. Il trasferimento a Coustouge e le dimissioni (1909)

96. La prima convocazione dal Vescovo (1909)

97. La nomina di don Marty e la violazione del divieto (1909)

98. Le due citazioni in tribunale (1910)

99. La condanna in contumacia e l'annullamento (1910)

100. Il questionario (1910)

101. Il memoriale (1910)

102. Il testo di difesa (1910)

103. La condanna (1910)

104. I tentativi di ricorso (1910-1911)

105. Il resoconto contabile (1911)

106. L'analisi della Commissione Saglio (1911)

107. La richiesta di chiarimenti (1911)

108. La relazione della Commissione Saglio (1911)

109. La sentenza definitiva (1911)

110. L'ultimo testamento (1912)

111. Richieste di prestito e spese varie (1913)

112. Lo strano chiosco (1914)

113. La Prima Guerra Mondiale (1915)

114. La morte di Saunière (1917)

Questa guida rappresenta la più vasta ricostruzione storico-documentaria ad oggi realizzata sull'enigma di Bérenger Saunière.

E' oggi considerata il punto di riferimento più serio e approfondito sulla storia di Rennes-le-Château.

© 2017 Mariano Tomatis Antoniono